Mardi Gras

mardigrasSempre in viaggio tra Roma e Dublino. Si può sintetizzare così la vita artistica di questa formazione italiana con voce irlandese.

Sin dai primi demo i Mardi Gras hanno trovato nella scena musicale irlandese un approdo, un flusso di energia che ha dato la spinta per portare oltre i confini nazionali una musica nata a Roma.

Among the Streams, il primo album per la Route 61,  segue il debutto indipendente Drops Made. Con la differenza che oggi alla voce c'è Claudia McDowell, cantante di sangue irlandese che chiude un cerchio. Il disco,  registrato e missato ai Soundmakers Studios di Roma e masterizzato a Nashville presso Yesmaster da Alex Mc Collough (Steve Earle, Nancy Griffith, Robert Plant), tratta l’amore, il desiderio, la speranza, con rabbia e dolcezza, abbandonandosi anche all’introspezione notturna. Propone un omaggio a Bruce Springsteen e ricorda con commozione June Carter Cash, moglie di Johnny Cash e figura di spicco della Carter Family.
Ospite d’onore è Liam O’Maonlai, dagli Hothouse Flowers, voce tra le più belle d’Irlanda, vera icona della musica che attraversa rock soul e folk. Con lui una poesia di W.B. Yeats, Men improve with the years, prende vita.

"In questo disco – dice Claudia McDowell - abbiamo messo a nudo le nostre anime.  Preghiamo con la musica, ricordando i forti che ci influenzano e ci danno vigore oggi e quelli che non vediamo più ma che sentiamo ovunque: uomini e donne della musica che per noi sono figure fondamentali".

DISCOGRAFIA

  • Drops Made (2006)
  • Among the Streams (2011)

MEDIAKIT

Scheda Artista

VIDEO

Song from the end of the world

Hard to believe

WEB

www.mardigrasmusic.it

Utilizziamo i cookies per offrirvi la miglior esperienza sul nostro sito. Continuando a navigare sul sito accetti di utilizzare i nostri cookies.
We use cookies to offer you the best experience on our website. Continuing to browse the site, you agree to use our cookies.